L’attuazione di strategie di content marketing è parecchio di moda in questi giorni.

Se ne parla nei blog, nei forum, su twitter e facebook. Tutte le voci rinforzano l’idea che il content marketing sia importante e allo stesso tempo ne testimoniano sia  validità ed efficacia, sia  l’aspetto “rivoluzionario”.

Una riflessione che dovrebbe precedere l’adozione del content marketing e la sua integrazione tra i vari strumenti di comunicazione, dovrebbe tenere conto proprio di questo aspetto innovativo. Se osserviamo la definizione del content marketing di Wikipedia, possiamo leggere come:

“Content marketing is an umbrella term encompassing all marketing formats that involve the creation or sharing of content  for the purpose of engaging current and potential consumer bases. Content marketing subscribes to the notion that delivering high-quality, relevant and valuable information to prospects and customers drives profitable consumer action. Content marketing has benefits in terms of retaining reader attention and improving brand loyalty”

Questa definizione che di per se è ben calzante, mette in evidenza due elementi essenziali:

* La creazione e l’utilizzo proattivo di contenuti, allo scopo di coinvolgere dei potenziali clienti ed aprire un dialogo ed una conversazione.

* I contenuti riferiti alle iniziative di content marketing devono essere di alta qualità, rilevanti e coerenti con le aspettative ed i desideri dei potenziali clienti e devono avere un carattere informativo – educativo.

Allo stesso tempo è utile osservare come le imprese abbiano – sempre – utilizzato una qualche forma di marketing e comunicazione / informazione allo scopo di informare ed educare la propria base clienti. Ovviamente in questo contesto, internet ha fatto la parte del leone. Offrendo un accesso universale ai contenuti ed alle informazioni, internet ha reso la distribuzione delle informazioni, globale, capillare ed economicamente sostenibile.

Lo stesso lavoro che prima poteva essere fatto solo da venditori/informatori adesso può essere delegato a siti web, blog, video ecc ecc. Quello che cambia in questo caso, non è tanto il “come” del marketing, ma il “dove” ed il “quando”. La risposta a queste due domande è: quando si vuole ed in ogni luogo che sia collegato ad internet. Questa è una vera rivoluzione: velocità, accesso universale democratico e non filtrato alle informazioni.

2017-05-18T20:44:56+00:00 Tags: |