Un piano di marketing per professionisti, efficace ed integrato, non può trascurare un elemento  importante come la coerenza tra gli strumenti di marketing utilizzati ed i fini che si desidera raggiungere. Il  marketing per i professionisti deve essere “professionale”, si dice, trascurando però una esplicitazione accurata  che definisca chiaramente quello che è professionale da ciò che non lo è.

E’ relativamente semplice scegliere un arredamento professionale per lo studio, ma quando si tratta di definire cosa è professionale e coerente con la comunicazione di una attività di servizio, le cose si complicano.

Una  prima analisi, dovrebbe mettere in evidenza il fatto che la coerenza tra mezzi (o strumenti di marketing) e obiettivi da realizzare, è perlomeno incompleta. Il fatto è che non esistono strumenti di marketing più o meno professionali o adatti ad un attività di servizio.  L’elemento chiave che dovrebbe essere preso in considerazione non è il mezzo o lo strumento di marketing in sé, ma come questo è utilizzato.

La controparte comunicativa relativa a “come” dovrebbe essere utilizzato uno strumento idi marketing può essere ritrovata specificamente in un elemento: l’atteggiamento di chi lo utilizza.

Con il corretto atteggiamento (professionale), il telefono, per esempio,  può trasformarsi da un’arma di disturbo ad un mezzo semplice ed economico per entrare in contatto con potenziali clienti, già esposti ai nostri messaggi di marketing. La differenza qui non è il mezzo o lo strumento, ma come il suo utilizzo viene pianificato ed eseguito in modo tattico e strategico.

Il secondo elemento relativo alla scelta degli strumenti da utilizzare per comunicare con i clienti  è direttamente collegato alla modalità di scelta, acquisto e costruzione della fiducia da parte del cliente.

Tradotto in pratica, questo concetto si trasforma in: professionale è ciò che è coerente alle modalità di scelta e valutazione del cliente. E’ il cliente, con la sua libertà di scelta, il giudice finale di un piano e di una modalità di comunicazione.

Questo significa che, per trasformare in modo professionale una semplice comunicazione o un messaggio è necessario, prioritariamente, confrontarsi con l’orientamento alla scelta del target clienti. In altre parole, è necessario comprendere come il cliente  forma il suo giudizio su una persona o uno studio, e gli elementi che contribuiscono o che allontanano  dalla scelta. Dettare dall’alto i criteri della professionalità senza considerarne i diretti beneficiari, è una follia che può portare a investimenti di marketing errati ed improduttivi.

Marketing e comunicazione coerente o, marketing con integrità.
La coerenza o integrità può essere definita una delle caratteristiche globali del marketing e della comunicazione per le attività professionali. Una delle ragioni principali è contenuta nell’essenza stessa del servizio. I clienti difficilmente possono sperimentarne i benefici o i risultati prima dell’acquisto.

Allo stesso tempo, le modalità e gli approcci con cui il servizio viene presentato, rappresentato e venduto, divengono elementi che partecipano e influenzano la scelta dei potenziali acquirenti.

Il modo in cui viene fatto il marketing di un servizio è parte attiva nel criterio di scelta adottato dal cliente.

Questo concetto esposto sopra merita una accurata riflessione. Per molti servizi, il marketing, la comunicazione ed il rapporto di vendita con il professionista sono gli  unici elementi sui quali può appoggiarsi per maturare una decisione d’acquisto.  La modalità attraverso cui il servizio è presentato, diviene per il cliente una esperienza preliminare su come sarà servito nel momento in cui diverrà cliente.

2017-05-18T20:45:07+00:00 Tags: |